«Un servizio che non funziona è peggio delle infiltrazioni». E' il 29 aprile 2022, è in corso un consiglio comunale e il sindaco Gianluca Taddeo sta replicando all'intervento della consigliera di opposizione Imma Arnone sulla criticità del servizio della raccolta dei rifiuti da parte della spa pubblica Formia Rifiuti Zero. All'improvviso spunta questa orrida frase, nello stupore generale e in pochi secondi Formia torna indietro di non si sa nemmeno quanti anni.

La consigliera aveva ricordato la validità della scelta dell'azienda totalmente pubblica, che fino a qualche anno fa ha funzionato. Ma quella che doveva essere solo una normale critica politica si è trasformata in altro, per l'esattezza in una gaffe del sindaco, piuttosto grave poiché testualmente, in aula, il primo cittadino ha detto che è meglio una società infiltrata che funziona piuttosto che la gestione pubblica inefficiente. Trattandosi di un argomento molto delicato, come è quello dei rifiuti dentro al quale si sono annidate negli anni interdittive e infiltrazioni di vario genere anche nel sud della provincia di Latina, era pressoché inevitabile che producesse polemiche. Il sindaco finora non ha precisato meglio ciò che volesse dire con quella frase, la quale dunque resta una pessima uscita e un messaggio ancora peggiore.

Tra le reazioni, quella del presidente della commissione Antimafia Nicola Morra. "Brutta dichiarazione, il sindaco sicuramente rettificherà. Il servizio pubblico inefficiente va migliorato, al fine di renderlo puntuale, efficace ed efficiente, ma non si può giungere a preferirgli un concorrente mafioso, seppur più efficace (anche perché lo sarebbe solo apparentemente...)".