I Carabinieri della Compagnia di Pomezia hanno arrestato un 23enne di nazionalità ucraina gravemente indiziato del reato di rapina.

La scorsa serata, in località S. Palomba del Comune di Roma, l'uomo, autotrasportatore di professione, avrebbe avvicinato una cittadina romena di 35 anni e, dopo aver pattuito un rapporto sessuale a pagamento, l'avrebbe fatta salire sul proprio camion. Dopo alcuni istanti, l'uomo avrebbe aggredito la donna per poi sottrarle la borsa con all'interno denaro contante e gli effetti personali e si sarebbe allontanato a bordo del mezzo, dopo aver costretto la donna a scendere.

I Carabinieri, intervenuti su richiesta della vittima, hanno prestato i primi soccorsi alla donna e acquisito la descrizione dell'uomo e del veicolo.

Poco dopo, il 23enne è stato rintracciato e fermato. I Carabinieri hanno anche rinvenuto e recuperato la refurtiva occultata in un vano della cabina del camion.

La vittima è stata portata in ospedale e medicata per le lesioni riportate, giudicate guaribili in 5 giorni. L'arresto è stato convalidato.