Un'ora e trenta minuti di viaggio per percorrere 94,8 chilometri. La mappa ci suggerisce questo itinerario, fatto di numeri e di una SS148 non proprio comoda: ma questa è un'altra storia. Quella che ci porta da Roma a Sabaudia, è una strada che appartiene a molti. Gente conosciuta, personaggi famosi o semplici amanti di un tratto di mare, crediamo, anche se siamo di parte, unico nel suo genere.

Ciro Immobile, la Scarpa d'Oro del football nostrano dopo Luca Toni e Francesco Totti, possiamo dire senza possibilità di essere smentiti, abita da queste parti, a Sabaudia. Lui, il centravanti della Lazio, non perde occasione, ogni volta che può, per farsi inghiottire dal fascino delle dune e di spiagge che il suo ex compagno di squadra, Felipe Anderson, era solito accostare a quelle del suo amato Brasile.

Ciro, la moglie Jessica, i suoi tre figli, Michele, Giorgia e Mattia, oltre al suo allenatore Simone Inzaghi, alla consorte Gaia e ai figli, Lorenzo (avuto con lei, ndr), Tommaso (figlio di Simone e di Alessia Marcuzzi, ndr) e Mia (figlia di Gaia, ndr), non perdono occasione per viversi Sabaudia e tutto ciò che la circonda. Spiagge dorate, acque limpide, pesce fresco e quella tranquillità che soltanto un posto come questo sa regalarti.

Dal "mordi e fuggi" di qualche anno fa, alla consapevolezza che Sabaudia, a meno di cento chilometri da Roma, è un posto del quale non si può assolutamente più fare a meno. Gli amici de "Lo Scoglio", poi, hanno credenziali valide per il palato fine del "Ciro nazionale". Lo prendono, come si suol dire, per la gola, tenendolo lontano da mete ambite e sicuramente belle, ma non a portata di mano ogni qualvolta, come prima di tornare in campo dopo il lookdown, c'è la volontà di staccare la spina.

Ciro Immobile, la "Scarpa d'Oro", e Sabaudia: matrimonio celebrato in gran segreto, ma con un "sì" gridato ai quattro venti. Perché il giovane fanciullo di Torre Annunziata, che la Juventus lasciò partire per altri lidi troppo presto, oggi è diventato figlio anche di una "Terra" mai così amata. Tramandata da personaggi illustri, basti pensare ad Alberto Moravia, Bernardo Bertolucci, Mario Schifano e Pier Paolo Pasolini, e vogliosa di essere scoperta in ogni suo angolo.

Anche e soprattutto dalla famiglia Immobile, pronta, spesso e volentieri, a bussare alla porta del meraviglioso lembo di costa pontina, chiedere permesso ed entrare. Per godere di quelle emozioni che soltanto i cinque secondi che separano il pallone dall'entrare in rete, sanno regalare.